Oro reagisce sui minimi di luglio, ma outlook rimane positivo

Il metallo prezioso cerca il riscatto dopo aver toccato i minimi da 5 mesi.

bg_gold_1338083
Fonte: Bloomberg

Riprende quota l'oro dopo il tonfo della scorsa settimana. Le decisioni delle Banche centrali della scorsa settimana, in particolare Fed e Bce, e l'andamento del biglietto verde continuano ad essere i driver principali.

Dai massimi di settembre, quando i prezzi hanno sfiorato 1.360 dollari/oncia, il metallo giallo ha intrapreso una discesa che l'ha portato in area 1.235 dollari, minimi che non vedeva da luglio scorso. Anche la generale riduzione dei timori geopolitici sembra aver contribuito a questa discesa.

Cosa aspettarsi per il 2018? Continuiamo a credere che la corsa non sia finita qui. Un dollaro in deprezzamento il prossimo anno, contestualmente a un ritorno delle tensioni geopolitiche, potrebbero alimentare questo rialzo.

Dal punto di vista grafico, l'impostazione rimane rialzista. I minimi sono crescenti e negli ultimi tre mesi, i prezzi hanno superato la trend line ribassista di lunghissimo periodo, che unisce i picchi del 2011 con quelli del 2012 e del 2016.

Inoltre, graficamente è possibile trovare delle analogie con gli ultimi due anni. A dicembre del 2015 e 2016 l'oro ha segnato dei minimi importanti da cui poi si è sganciato nel corso dei mesi successivi. Proprio i bottom toccati la scorsa settimana potrebbero rappresentare i minimi da cui l'oro potrebbe sganciarsi nei prossimi mesi.

I target al rialzo sono collati sono 1.300 dollari e su 1.375 dollari (top del 2016), anche se non escludiamo che possa raggiungere 1.500 dollari. Il quadro ribassista verrebbe meno con una discesa sotto 1.200 dollari, minimi allineati di marzo e luglio, dove ora sta convergendo anche la trend line che unisce i bottom del 2015 e del 2016. Sotto tale riferimento le vendite potrebbero accentuarsi in direzione di 1.100 dollari.

goldic17
Fonte: piattaforma IG

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.