Oro, posizioni speculative nette lunghe ai massimi storici

Il bene rifugio per eccellenza potrebbe tentare di aggiornare i massimi dalla primavera del 2014.

bg_gold_1361056
Fonte: Bloomberg

Rimane alto il flusso di acquisti sul metallo prezioso che nella notte si è avvicinato nuovamente ai massimi del 24 giugno, a 1.360 dollari l'oncia. Le incertezze sulla Brexit e la delicata situazione delle banche europee stanno alimentando una serie di timori tra gli investitori globali che sono alla ricerca forsennata di beni rifugio. In un contesto di tassi sottozero per la stragrande maggioranza di bond governativi del mondo, l'oro conserva ancora un certo appeal difensivo, nonostante il dollaro rimanga particolarmente forte rispetto alle altre valute mondiali.

Questa situazione è emersa anche nei dati settimanali del CFTC (Commodity Futures Trading Commission), che la scorsa settimana ha visto le posizioni speculative nette lunghe superare i 261 mila contratti, livello più alto dal 2006, anno di inizio serie. Intanto anche le richieste di bene fisico continuano ad aumentare. Il più grande ETF del mondo, SPDR Gold Trust, la scorsa settimana ha registrato inflow per quasi 20 milioni di tonnellate, portando il livello di acquisti complessivi mensili a 80 milioni di tonnellate, il livello più alto da febbraio.

Insomma, il mercato sembra puntare su un ulteriore recupero delle quotazioni del metallo giallo. Già questa settimana, se i dati sul mondo del lavoro Usa in pubblicazione venerdì dovessero continuare a deludere, il metallo prezioso potrebbe avvicinarsi a quota 1.400 dollari, sui massimi assoluti del 2014. Da qui il passo verso i picchi estivi del 2013 non è distante.

Eventuali fasi di pull back potrebbero aprire a un ritorno verso 1.300 dollari e da qui verso 1.250 dollari. Un riposizionamento sotto tale livello potrebbe essere associato con un marcato allentamento delle tensioni sul mercato, eventualità questa improbabile al momento.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.