FTSE 100 prova a ripartire dai minimi di agosto

L'indice britannico ha perso quasi il 20% dai picchi del 2015 e si è fermato sui minimi di agosto.

bg_london_stock_exchange_1181889
Fonte: Bloomberg

Provano a recuperare terreno le borse europee in una seduta che appare ancora molto incerta. In assenza di Wall Street, chiusa per via del Martin Luther King's Day, gli investitori cercano spunti in grado di alimentare il rimbalzo.


Il continuo calo del greggio, sceso nella notte sotto i 28 dollari al barile, però non favorisce il sentiment degli operatori. Sul mercato prevale la cautela in vista dei dati sul Pil cinese del 4° trimestre che sarà reso noto nella notte. Il mercato incorpora già aspettative di un rallentamento della crescita, a +6,8% dal +6,9% del trimestre precedente. Il dato avrà impatto sui listini mondiali domani pertanto l'attenzione è massima.


Cosa aspettarsi dunque? La nostra impressione è che questa brutta partenza di anno non abbia ancora spiegato a pieno i suoi effetti. Nuove ondate di vendite sono all'orizzonte. Nel breve potrebbero esserci tentativi di rimbalzo, anche se è molto difficile che si torni sui livelli di fine 2015.


Anche il Ftse 100 dovrebbe rispecchiare questa view. Dopo aver accumulato quasi un -20% dai picchi toccati ad aprile 2015, il principale indice londinese è tornato a mettere pressione ai bottom estivi, in area 5.740 punti. Il livello è molto forte, dato che qui passa anche il secondo dei ritracciamenti di Fibonacci nel rally partito a marzo 2009 e culminato proprio con i massimi di aprile scorso.


Un eventuale cedimento di questo supporto potrebbe codurre a un'estensione dei cali sino in area 4.800 - 4.730 punti, bottom assoluti del 2010 e del 2011, e ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci sopra citati. Questo è il livello al di sotto del quale i minimi di marzo 2009 potrebbero essere alla portata.


Eventuali rimbalzi al momento vedono come primo target i 6 mila punti, picchi della scorsa settimana e minimi del 2013. Solo un superamento di tale riferimento potrebbe condurre a un allungo verso 6.230 punti. Difficile prospettare un riposizionamento sopra tale livello al momento.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.