DAX in attesa delle decisioni della BCE

Dopo che il DAX ha raggiunto temporaneamente il massimo di sempre di 12.950 punti, circa un mese fa, ci troviamo ora di fronte ad una fase decisiva per il mercato.

IG_Pros-HP_Personalisation-Indices

Ciò che inizialmente appariva un consolidamento di una tendenza al rialzo nel breve termine (maggio-giugno 2017), si è rivelata essere una minaccia alla tendenza al rialzo nel medio termine osservata dall'inizio del 2016. In particolare, un euro forte sembra andare a colpire l'andamento del principale indice tedesco, danneggiando le esportazioni del paese. Inoltre, la BCE si trova ancora una volta a giocare un ruolo chiave. Anche se la decisione sui tassi prevista in giornata non dovrebbe riguardare aumenti, i mercati restano con il fiato sospeso in attesa della conferenza stampa di Mario Draghi per conoscere le future mosse politiche della banca centrale. Il rischio è che una politica monetaria più severa possa comportare un esodo di capitale dal DAX.

Il DAX sta attualmente testando la tendenza al rialzo registrata dall'inizio del 2016. Il massimo del 2015 si colloca a 12.400 punti, cosa che evidenzia l'importanza del range di trading attuale. Se questi due livelli verranno rotti alla chiusura, le prospettive per i futuri sviluppi del DAX saranno ancora più incerte. In uno scenario di discesa verso i 12.000 punti, l’obiettivo nel breve termine sarebbe il doppio minimo a 12.310 punti. Per quel che riguarda il massimo, invece, dovremmo prima vedere una risalita oltre i 12.490/12.530, cosa che aprirebbe la strada ai 12.700 punti.

Si prevede che il discorso di oggi e la successiva sessione di interviste con Mario Draghi forniranno l'impulso necessario per avviare una mossa importante. È avvisabile operare con cautela, coprendo l’esposizione in modo adeguato.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.