IL GBP/USD tocca il livello più basso degli ultimi 30 anni

Dopo il discorso di Theresa May al congresso del partito conservatore la sterlina è di nuovo sotto pressione. 

article_gbp_usd

La leader del partito ha messo il bastone tra le ruote a tutti quelli che speravano in un ritmo moderato nei negoziati di uscita. In particolare l’annuncio di una Brexit “violenta” ha spaventato i principali attori dei mercati. Due importanti punti sono stati fissati: la Gran Bretagna si slegherà dalle normative della UE, ed in secondo luogo rinuncerà all’accesso al mercato unico europeo nella forma conosciuta al fine di non dover ulteriormente trasformare la libera circolazione delle persone.

E’ stato senza dubbio un discorso politico pronunciato con pathos ed orgoglio. Da un punto di vista più strettamente economico invece, il futuro della Gran Bretagna si è fatto, dopo questa orazione, di colpo più incerto. Gli investitori ora vorranno prima giustamente vedere come sarà effettuata la separazione dalla UE. La sterlina oggi ha sfondato il livello più basso di luglio che si attestava a 1.2798 contro il dollaro – il livello più basso in assoluto dall’inizio degli anni 80. La fase di debolezza della sterlina continua anche rispetto alle altre valute maggiori, e la nuova pressione inflazionistica dovrebbe preoccupare a causa dei prezzi crescenti all’importazione. D’altro lato, il FTSE 100 scavalca oggi l’importante soglia dei 7000 punti, guidato da speranze di ulteriori misure da parte della Bank of England.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.