GBPUSD – L’algoritmo parla del suo programmatore

Stanotte la sterlina è scesa subitamente a picco, probabilmente la caduta è stata innescata da un algoritmo di negoziazione basato su una notizia. 

bg_gbpusd_618359

Sembra ormai chiaro che il fattore scatenante sia stato un articolo del Financial Times, in cui il presidente francese François Hollande propendeva per negoziati risoluti per l’uscita della Gran Bretagna dalla UE. Le sue parole potrebbero essere interpretate come un monito ad altri paesi che eventualmente riflettono alla possibilità di uscire dalla UE. La notizia ha portato alla sfondamento della soglia critica di 1.26 IN_GBPUSD, che ha a sua volta attivato algoritmi basati su indicatori di momentum. In seguito si è toccato un fondo di 1.1841 (fonte: Bloomberg). Una forte agitazione di mercato come quella verificatasi subito dopo la decisione sulla Brexit. Che questo movimento nella sua forza non fosse sostenibile, lo si vede bene dalla risposta del mercato. La coppia valutaria nel giro di pochi minuti si è attestata in un intervallo compreso tra 1.24 und 1.25.

Due elementi da notare

1)  L’algoritmo parla del suo programmatore. Anche se l’algoritmo che ha generato la repentina caduta della sterlina è stato quello basato sulla notizia del Financial Times, quelli che hanno fatto i danni maggiori sono stati gli algoritmi successivi che si sono innescati in seguito al primo. In un orario di negoziazione normalmente debole in volumi, gli ordini di vendita sono stati attivati a cascata. Il che significa che i programmatori hanno fatto un pessimo lavoro.

2)  Gli avvenimenti di questa notte mostrano come un livello intorno agli 1.20 potrebbe diventare il prossimo supporto. La notizia da Parigi in realtà non è una novità. E’ prevedibile una presa di posizione dura da parte dell’Unione Europea, in quanto il primo ministro britannico Theresa May ha recentemente respinto la libera circolazione delle persone. Ora il supporto di 1.20 rappresenta un nuovo pavimento per gli acquisti. Il mercato nelle prossime settimane potrebbe reagire in modo nervoso alle notizie politiche sulla Brexit, ed il livello di 1.20 GBP/USD potrebbe di nuovo essere messo alla prova.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.