Le azioni Nestlé non sono a buon mercato, ma gli investitori sono più preoccupati dal rendimento che dal prezzo

nestle

Nestlé supera di poco le attese sugli utili per azione ed sul margine operativo, ma la crescita organica non è mai stata così bassa dal 2009. Quest’ultima potrebbe oggi pesare sul titolo, in quanto il rallentamento della crescita ha costituito il maggior punto di preoccupazione negli ultimi anni, e per adesso il gigante svizzero non mostra segni di poter invertire questa tendenza.

I prezzi estremamente bassi dei generi alimentari durante gli ultimi 3 trimestri hanno senz’altro pesato sulle vendite, ma i cicli deflazionistici sul cibo non durano in genere più di 8 mesi, ragione per cui ci possiamo aspettare una ripresa nella seconda parte dell’anno. Anche il CDA di Nestlé sembra essere di quest’avviso, giacché ha mantenuto i suoi obiettivi di crescita per l’anno in corso a 4,2%, la stessa percentuale del 2015.
 
L’azione Nestlé si scambia oggi al di sopra della sua media storica, tuttavia nella situazione attuale, con i tassi estremamente bassi ed il debole appetito per il rischio, gli investitori sono più preoccupati del rendimento che dal prezzo. Abbiamo assistito dall’inizio dell’anno ad una super-performance dei mega cap, degli investimenti difensivi e del pagamento dei dividendi, e questa tendenza dovrebbe durare per il resto dell’anno. Qualsiasi debolezza risultante da questo risultato trimestrale dovrebbe essere di breve durata.
 
Swisscom, in linea con le attese
Niente di particolare viene fuori invece dai risultati di Swisscom, ma la compagnia sembra essere sulla strada buona per il raggiungimento degli obiettivi annuali. Benché in parte aiutato dal business che gli proviene da Fastweb, le sfide per mantenere la sua posizione predominante in Svizzera rimangono: situazione che già si riflette nel prezzo dell’azione, poiché in generale si raccomanda più di venderla che di comprarla.
 
L’azione Swisscom continuerà a beneficiare di una domanda già pronta per il suo importante rendimento in dividendi, costantemente superiore al 4%. Un prezioso ritorno in un mondo che ha “fame di rendimento”.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.