LafargeHolcim sorprende

lafarge-holcim_logo1

Il gigante del cemento LafargeHolcim, risultante dalla fusione del 2015, ha annunciato stamani i risultati aziendali del secondo trimestre. Ed ha convinto. Il margine operativo lordo (rettificato) è stato pari a 1,71 miliardi di CHF per il secondo trimestre del 2016, ovvero del 2,6% superiore allo stesso trimestre dello scorso anno. Da notare che questa cifra avrebbe potuto essere anche più sostanziosa, se non fosse intervenuta una carenza di gas in Nigeria, un “mercato con alti tassi di crescita” per la società. Per evitare questi inconvenienti l’azienda ha adottato misure che “entreranno in vigore entro la fine dell’anno”. Il margine operativo lordo è tuttavia passato dal 21,3% dello stesso periodo dell’anno precedente, al 23,4% del trimestre scorso – un aumento che è dovuto a varie sinergie, alla politica di contenimento dei costi, ai costi energetici più bassi, e all’aumento dei prezzi del cemento del 2,2%. La strategia sembra preferire un miglioramento del margine di espansione del volume d’affari. Anche se i ricavi netti di vendita sono in diminuzione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno da 7,8 miliardi di CHF a 7,28 miliardi di CHF, l’utile netto è aumentato da 318 milioni di CHF a 452 milioni di CHF. Il gruppo ha inoltre confermato le sue attese per il 2016 ed il mantenimento dell’obiettivo per il 2018. Di più, il gruppo è stato in grado di superare l’obiettivo annunciato sui ricavi dalla cessione di attività pari a 3,5 miliardi di CHF dopo 7 mesi. Il CEO Eric Olsen ha informato che il programma sarà ora esteso a 5 miliardi di CHF entro la fine del 2017.

Insomma, l’azienda ha sopreso con questi numeri ed il titolo dovrebbe conoscere in Borsa una giornata positiva. 

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.