Germany30 sopra 11 mila punti

L’indice tedesco Dax ritorna al di sopra di 11 mila punti 

bg_dax_122082
Fonte Bloomberg

L’indice tedesco Dax (sulla piattaforma IG Germany30) ritorna al di sopra di 11 mila punti sulla scia di un leggero allentamento delle tensioni geopolitiche dopo le parole di Erdogan. Ieri dopo l’abbattimento di un aereo russo da parte dell’aviazione turca le relazioni diplomatiche tra il governo di Mosca e quello di Ankara erano scese ai minimi termini, aumentando i timori degli investitori su una possibile escalation dei dissapori. Oggi il presidente turco Recep Erdogan ha dichiarato di volere evitare un aumento dei contrasti con la Russia, ribadendo che la Turchia ha solamente l’interesse di difendere la propria sicurezza e i proprio confini. Al momento notizie molto frammentate dalla Russia. Putin ha affermato che, in caso di altro incidente che coinvolgerà il suo paese al confine tra Turchia e Siria, la Russia interverrà in modo significativo. Intanto si aspettano ulteriori giustificazioni da Ankara e verrà interrogato il pilota russo sopravvissuto ora consegnato dall’esercito siriano alle forze militari russe stanziate nella base di Hmeimim. Putin ha comunque allarmato sulla volontà di Erdogan di islamizzare ulteriormente la Turchia e ha deciso di schierare i missili S-400 proprio nella base aerea di Hmeimim a 30 chilometri dai confini turchi.

Oltre alle tensioni geopolitiche altro tema importante della giornata sono le cifre macro statunitensi che potrebbero dare ulteriori indicazioni sullo stato di salute dell’economia del paese a stelle e strisce. Oggi saranno annunciati i dati sul reddito personale e sulla spesa per i consumi delle famiglie americane relative al mese di ottobre, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, gli ordini di beni durevoli sempre di ottobre, le vendite di nuove case di ottobre, l’indice di fiducia dell’Università del Michigan e le scorte di petrolio.

Dal punto di vista tecnico la reazione dai minimi di ieri a 10868 è stata significativa. In sessione odierna i prezzi sono saliti al di sopra delle resistenze di breve periodo a 11025 e 11080, mettendo cosi’ nel mirino i target rialzisti a 11150/11165, livello strategico in ottica di medio termine. Segnali negativi giungeranno, invece, con il cedimento del supporto di 10980.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.