EurUsd ai massimi da 3 sedute nel giorno dei NFP

Avanza la moneta unica contro il biglietto verde in vista dei dati sul mercato del lavoro negli Usa.

Euro Dollaro
Fonte: Bloomberg

La moneta unica si è presentata questa mattina al test di 1,0950, massimi da martedì, nonostante le figure deboli arrivate dalla Germania questa mattina. A giugno la bilancia commerciale ha visto sia l'export che l'import scendere rispetto al mese precedente, con cali rispettivamente dell'1% e dello 0,5%. Male anche la produzione industriale tedesca che, sempre a giugno, è precipitata dell'1,4%. Sui dati pesano le incertezze che arrivano dalla Cina, verso la quale sono diretti molti dei macchinari prodotti in Germania. Il mercato, però, non sembra dare molto peso a queste figure e continua a guardare più alla buona lettura degli ordini di ieri.

Ma l'attenzione del mercato oggi è rivolta unicamente alla pubblicazione dei Non Farm Payrolls di luglio. L'attesa è alta ed è stata amplificata dalle ultime dichiarazioni dei membri Fed. Il consenso è fissato a +210 mila nuovi posti di lavoro. L'attenzione sarà rivolta in modo particolare alla crescita dei salari, dopo i dati deboli arrivati su questo fronte negli ultimi mesi. Importante sarà anche il dato sul tasso di partecipazione, sceso di recente ai minimi dagli anni settanta.

Cosa aspettarsi dunque? Alla luce delle parole di Lockhart di questa settimana, ci aspettiamo che il mercato reagisca in maniera più violenta a dati migliori (anche di poco) alle attese, che non a delle figure sotto le attese. Saranno necessarie figure sorprendentemente negative per spingere la Fed a far slittare il rialzo dei tassi.


Dal punto di vista tecnico, il cambio Eur/Usd resiste ancora in area 1,09 stamane. La prima resistenza rimane a 1,10, massimi settimanali, oltre la quale il cross si dirigerebbe verso area 1,1115 - 1,1130, top delle ultime 10 sedute. Difficile che si vada oltre tale livello, a meno di dati inferiori alle 100 mila unità. Il supporti rimangono a 1,09 e poi a 1,0850. Continuiamo a posizionare il livello strategico a 1,08, bottom di maggio e luglio. Nel caso di dati brillanti (NFP a +300 mila unità e crescita dei salari intorno al 2,5% a/a) potremmo assistere anche a un tentativo di rottura di tale supporto, eventualità questa che sancirebbe la ripresa del trend discendente a cui abbiamo assistito a inizio anno.

 

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.