Eur/Usd: in flessione, si attesta poco al di sopra 1,37

Continua la debolezza dell'euro/dollaro

I deludenti indici PMI di ieri sui settori manifatturieri d dei servizi di Germania, Francia e Zona Euro hanno contribuito anche oggi a indebolire la moneta unica. Il cambio si attesta appena al di sopra di 1,37 vicino alla ripida trendline rialzista partita dai bottom di inizio febbraio. Solamente l’eventuale cedimento di tale supporto dinamico a 1,3690 e del successivo sostegno di 1,3686 potrebbe creare i presupposti per una estensione della discesa a 1,3625, 50% del ritracciamento di Fibonacci dell’ascesa dai bottom di febbraio. Per allentare le recenti tensioni il cross dovrà superare la resistenza a 1,3775, preludio a un possibile allungo in direzione di 1,3830 e 1,3894.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.