Eur/Aud al test del supporto di 1,50

Prosegue il recupero il dollaro australiano in scia ai possibili interventi di politica monetaria della Banca centrale cinese (Pboc) e dopo l’Economic Outlook della RBA.

I recenti dati macro non sono stati per nulla incoraggianti in Cina, primo partner commerciale dell’Australia. La scorsa settimana Goldman Sachs ha rivisto in pesante ribasso il Pil cinese sia per il primo trimestre dell’anno che sull’intero 2014, portando quest’ultimo al 7,3%, ben al di sotto del target del 7,5% fissato dal governo. Pechino ha già fatto sapere che ogni eventuale azione espansiva sarà calibrata e non saranno commessi gli errori del passato, lasciando pensare che le condizioni saranno più stringenti.

 La stabilità del sistema finanziario negli ultimi mesi è stata posta al centro dell’attenzione dalla Cina, impegnata a risolvere gli squilibri determinati dallo shadow banking. Intanto nell’Economic Outlook la RBA ha fatto sapere che non ci sarà spazio per una discesa dei tassi di interesse. Dopo queste news il dollaro australiano ha recuperato terreno sia verso il biglietto verde sia verso l’euro.

Il cambio EUR/AUD è tornato a mettere pressione al supporto di 1,50, minimi del 12 febbraio scorso. Il cedimento di questo livello sarebbe strategico nel breve periodo e aprirebbe a un affondo prima verso 1,47 e poi a 1,4560, resistenza di ottobre scorso. Eventuali rimbalzi sino a 1,5165 rimangono compatibili con la fase discendente in atto. Solo un superamento di questo livello allontanerebbe le pressioni ribassiste, con il cross che metterebbe nel mirino l’1,53 e poi 1,5540 (top di marzo).

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.