Introduzione ai CFD

Introduzione ai CFD

Che cosa sono i CFD

Un CFD (Contract for Difference - Contratto per Differenza) è un tipo di contratto in base al quale viene scambiata la differenza di valore di un certo titolo o sottostante, maturata tra il momento di sottoscrizione di un contratto e la chiusura di questo.

Con un CFD, non si possiede mai realmente il bene o lo strumento che si è scelto di negoziare, ma si ha comunque la possibilità di trarre profitto quando il mercato si muove a proprio favore. Questo perché un CFD è un prodotto derivato il cui valore si basa su un bene sottostante.

Per iniziare a fare trading con i CFD con IG, visitate la sezione La nostra piattaforma e scoprite come operare e come aprire la vostra prima posizione.

Un CFD è un prodotto derivato il cui valore si basa su un bene sottostante.

Come funziona il trading con i CFD?

Il trading con i CFD consente potenzialmente di trarre profitto sia da un mercato in rialzo che da uno in ribasso.

Se credete che il prezzo di un bene sia destinato ad aumentare, aprite una posizione di acquisto (detta anche ‘lunga’). Se credete che il prezzo di un bene sia destinato a scendere, aprite una posizione di vendita (detta anche‘corta’). La performance del mercato determina non solo i vostri profitti o le vostre perdite ma anche la loro entità.

Supponiamo che pensiate che un particolare mercato tenda al rialzo e decidiate quindi di acquistare un CFD da negoziare. Il vostro profitto sarà tanto più alto quanto più il mercato crescerà, e allo stesso modo le vostre perdite saranno tanto più elevate quanto più il mercato subirà una flessione. La stessa regola si applica nel caso in cui decidiate di avvallare un ribasso del mercato: i guadagni aumenteranno con la flessione del mercato e diminuiranno con la sua crescita.

IG consente di fare trading con i CFD su un'ampia gamma di mercati, inclusi azioni, indici, materie prime, valute estere e altro ancora. La negoziazione di un CFD azionario, per esempio, è un'operazione molto simile alla contrattazione tradizionale, ma con vantaggi aggiunti in termini di convenienza e costi. I CFD consentono inoltre di operare in mercati quali quello degli indici azionari, non disponibili alla contrattazione diretta.

I CFD sono prodotti a leva finanziaria e possono pertanto dar luogo a perdite che eccedono il capitale inizialmente versato.

Il trading con i CFD consente potenzialmente di trarre profitto sia da un mercato in rialzo che da uno in ribasso.

introduction-to-cfds_how-does-cfd-trading-work_2


Il prezzo lettera e il prezzo denaro

Quotiamo un prezzo in due direzioni su ogni mercato, proprio come accade nel mercato sottostante. Si tratta del prezzo denaro (dato per primo) e del prezzo lettera (dato per secondo). La differenza tra questi due prezzi è detta spread. Se pensate che il mercato sia destinato al rialzo, acquistate al prezzo lettera (più alto); se invece credete che il mercato sia destinato al ribasso, vendete al prezzo denaro (più basso).

Supponiamo, per esempio, che la nostra quotazione per HSBC Holdings sia al momento di 593,2/593,3. 

        593.2 è il prezzo denaro; il prezzo al quale potete vendere
        593.3 è il prezzo lettera; il prezzo al quale potete comprare



La differenza tra il prezzo denaro e quello lettera è detta spread.

 

Calcolo dei profitti e delle perdite

L'investitore può scegliere liberamente quante azioni o contratti negoziare, rispettando però il volume minimo da noi consentito per ogni mercato. È opportuno ricordare che il valore di un contratto varia in funzione del tipo di mercato.

Supponiamo, ad esempio, che un contratto di FTSE 100 valga £ 10 per movimento di punto nell'indice sottostante. Se avete aperto una posizione lunga su un contratto FTSE 100 e l'indice aumenta di un punto, guadagnate £ 10.

Allo stesso modo, poniamo che un contratto standard di EUR/USD valga $ 10 per movimento di pip in quella coppia di valute. Se avete aperto una posizione corta su un contratto EUR/USD e il prezzo aumenta di 1 pip, perdete $ 10.

ITM_intro-to-cfds_calculating-profit-and-loss


Scadenza

La maggior parte delle negoziazioni con i CFD non hanno una scadenza naturale. Se desiderate chiudere una posizione dovete semplicemente negoziare lo stesso valore in direzione opposta.

Supponiamo, per esempio, che abbiate acquistato 100 azioni BP sotto forma di CFD. Sfortunatamente il prezzo inizia a scendere, quindi decidete di chiudere la posizione prima di perdere una somma troppo elevata. Per farlo, dovete semplicemente vendere 100 azioni BP sotto forma di CFD, realizzando l'eventuale perdita.

Esistono tuttavia delle eccezioni. Offriamo contratti forward su varie materie prime che hanno una scadenza specifica.

Non occorre attendere la data di scadenza per liquidare il contratto forward: potete infatti negoziarlo in qualsiasi momento. Siete anche liberi di chiudere e riparire con una rettifica i contratti forward alla scadenza, pagando una piccola spesa per il roll over. Oltre a questa spesa, non è richiesto alcun versamento aggiuntivo dato che il valore è contenuto nello spread.

Per ulteriori informazioni sulle spese di finanziamento, vedere la sezione prezzi e finanziamenti.



La maggior parte delle negoziazioni con i CFD non ha una scadenza naturale. Se desiderate chiudere una posizione dovete semplicemente negoziare la stessa quantità di contratti in direzione opposta.